La scelta che vale

Un codice etico per il lavoro di qualità

 

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

L’articolo 4 della Costituzione è chiaro. Oltre alla componente materiale, di stampo economico, riconosce al lavoro anche una dimensione spirituale, aprendo le prospettive della questione a concetti come l’etica.

Quando però il lavoro manca o non rispetta leggi e uomini, allora ci vuole qualcuno che trovi il coraggio di rivendicarne l’importanza. E’ questo uno degli obiettivi che si prefigge il Marchio CQ Casa di Qualità attraverso il codice etico che viene obbligatoriamente sottoscritto da tutte le imprese aderenti a CQ.

Ogni azienda firmataria sceglie di intraprendere un percorso comune di formazione e responsabilizzazione che comporta non solo un impegno nei confronti del lavoro svolto, ma anche del cliente finale.

Il codice dà la possibilità alle imprese di riconoscersi in concetti come l’etica, la correttezza, il rispetto ambientale, l’onestà, la trasparenza che, nonostante sembrino ormai utopie, il codice ha la volontà di reintrodurre a pieno titolo nelle dinamiche lavorative d’impresa. La finalità è farli riemergere e conferirgli pari dignità e grado rispetto ad altri più legati a logiche di profitto.

Il lavoratore

Le risorse umane costituiscono l’elemento centrale su cui l’impresa artigiana si fonda per il perseguimento dei propri obiettivi. Lo spirito di gruppo e il senso di appartenenza rappresentano elementi chiave per la gestione efficacie ed efficiente delle attività. La gestione del personale segue determinate regole. Il lavoratore viene selezionato, valorizzato e formato, posto in un ambiente di lavoro sicuro e confortevole, tutelato nella privacy e non discriminato.

Valori e principi

Lavorare in comunità, contribuendo ciascuno con le proprie competenze, contrastare la corruzione, riconoscere l’ambiente come bene fondamentale, favorire buone condotte negli affari: questi sono solo alcuni dei punti del codice. Si parla esplicitamente di buone prassi, come la trasparenza al cliente, la ricerca di qualità e innovazione, il rispetto delle norme vigenti, l’applicazione del giusto prezzo, la sicurezza nei luoghi di lavoro, il contegno durante le ore di lavoro, la buona qualità dei materiali, l’assistenza e garanzia del post vendita.

Consulta il codice etico

Scopri come ottenere il marchio